PELLEGRINAGGIO ALLA CAPPELLINA DELLA BEATA

(Oratorio di Beata Margherita)

Domenica 7 agosto 2011, ore 08

Il tradizionale pellegrinaggio estivo, che partendo dalla zona Palazzi (Mercatello sul Metauro) raggiunge la cappella dedicata a Beata Margherita, costruita nel XVII secolo alle pendici della Metola (dove una errata tradizione vorrebbe che sia esistita la cella in cui la beata venne richiusa dai genitori prima di abbandonarla a Città di Castello poiché si sarebbero vergognati di tenerla nel fortilizio paterno), quest’anno si terrà

non la seconda domenica di agosto (vigilia di ferragosto) ma la prima: domenica 7 agosto.

 

All’arrivo alla piccola chiesetta, come ogni anno, verrà concelebrata una S. Messa e nel corso della liturgia verrà ricordata la figura della laica domenica.

Il rito religioso sarà presieduto da don Sergio Campana, presidente dell’Associazione Beata Margherita della Metola.

A conclusione del pellegrinaggio, verranno illustrate le iniziative del gruppo di preghiera di S. Angelo in Vado e l’attività dell’associazione “Beata Margherita della Metola”, raccogliendo adesioni all’associazione stessa che, dopo 11 anni, verrà potenziata con iniziative a respiro nazionale ed internazionale.

Particolare e toccante sarà il ricordo della signora Lucia (Luciana) Guidarelli e mons. Giulio Cii, recentemente scomparsi. Luciana è stata una instancabile promotrice di questo pellegrinaggio estivo, dell’associazione di cui era segretaria, della piccola oasi naturalistica che sorge nella zona della Metola e di tutte le iniziative culturali e spirituali dedicate a Beata Margherita, terziaria domenicana. Don Giulio - per decenni parroco di S. Domenico, chiesa dove è conservato il corpo incorrotto di Margherita - è stato colui che, in occasione del VV centenario dalla nascita, ha riproposto la figura della beata con conferenze, convegni e pubblicazioni e si è sempre attivato per la riapertura della causa di santificazione. Assieme al parroco di Mercatello, mons. Sergio Campana, e dei vescovi di Città di Castello e di Urbino, Urbania e Sant’Angelo in Vado, ha ottenuto la proclamazione di Margherita protettrice, per le due diocesi, dei non vedenti e dei portatori di handicap. Prima di morire, nel consegnare la documentazione inerente la beata all’attuale vescovo di Città di Castello, lo ha pregato di portare avanti la causa di canonizzazione della beata domenicana,

Come sempre, i proprietari del luogo e gli organizzatori del pellegrinaggio intratterranno i pellegrini con una colazione all’aperto, alla maniera di una volta.

Per informazioni www.beatamargheritadellametola.it – beata Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – tel. 0722.317401